NUTRIZIONE
a cura di Giorgio Calabrese, medico specializzato in Scienza dell’Alimentazione
NUTRIZIONE
a cura di Giorgio Calabrese, medico specializzato in Scienza dell’Alimentazione
L’olio Evo fa bene alla pelle
5 Giugno 2020 L’olio Evo previene la gastrite
4 Giugno 2020 Olio d’oliva e cuore
3 Giugno 2020 L’olio Evo contro l’Alzheimer
20 Maggio 2020 Olio d’oliva e cervello
13 Maggio 2020 Olio Evo: un alleato nella lotta alle malattie non trasmissibili
8 Aprile 2020 Perché usare olio extravergine d’oliva
2 Marzo 2020 Extravergine e cervello
16 Gennaio 2020 Garanzia della qualità
Extravergine e cucina
20 Dicembre 2019 Perché l’olio Evo fa bene?
13 Dicembre 2019 Olio extravergine di oliva emblema della dieta mediterranea
5 Dicembre 2019 OLIO EVO – Il tesoro del Mediterraneo

6 Maggio 2020

L’olio Evo fa bene alla pelle


L’olio extravergine d’oliva non serve solo a nutrirci! Pare, per esempio, che utilizzarlo per la rasatura dia degli ottimi risultati. Del resto, l’Evo è un prodotto versatile, i cui benefici si vedono non solo in cucina. 

In effetti, è parte integrante dei rituali di bellezza femminili ormai da tempo immemore. Si pensi a Cleopatra, che addirittura era solita lavarsi con l’olio d’oliva, soluzione perfetta per una moltitudine di problemi della pelle e dei capelli. Il motivo risiede nella cospicua presenza di antiossidanti, essenziali nella battaglia contri i danni dei radicali liberi, provocati da aggressori ambientali quali l’inquinamento, i raggi UV e lo stress quotidiano. Tutti questi fattori, infatti, causano invecchiamento precoce, tono scialbo e pelle congestionata. 

L’olio Evo, inoltre, non è comedogeno; vale a dire che non ostruisce i pori, causando acne. Al contrario, previene l’insorgenza di comedoni, più noti come “punti neri”.

Come dicevo, oltre a rendere i capelli più lucidi e la pelle più liscia, apporta molteplici benefici se utilizzato per radersi: molte donne riferiscono di averlo provato dopo aver fatto dei tentativi – senza successo – con l’olio di cocco. Un rimedio casalingo che pare aumenti la lucentezza, l’elasticità e l’idratazione della pelle, che non reagisce con eruzioni cutanee dovute alla rasatura.

Già assumendo olio extravergine d’oliva – e altri alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 – si riducono le infiammazioni del corpo, cosa che contribuisce a prevenire e a curare i danni alla pelle dovuti all’infiammazione stessa. Basti pensare al foto-invecchiamento, causato appunto da un’infiammazione, che porta a macchie, rughe precoci e arrossamenti. 

Per questo l’extravergine è sempre più presente all’interno dei cosmetici. Quello che consiglio è proprio di cercare prodotti per la pelle che contengano uno o tutti gli ingredienti che seguono:

  • olio d’oliva idrogenato
  • olio di frutta olea europaea
  • acido d’oliva
  • olivato di potassio
  • olivato di sodio

Ricordo che applicare l’olio Evo sulla pelle blocca circa il 20% dei dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole, potenziando le proteine naturali. L’extravergine contiene infatti lo squalene, che è il grasso protettivo più importante per la protezione della pelle: l’aggiunta di Evo, quindi, rafforza questa barriera naturale. 

Giorgio Calabrese – medico specializzato in Scienza dell’Alimentazione

6 Maggio 2020

L’olio Evo fa bene alla pelle


L’olio extravergine d’oliva non serve solo a nutrirci! Pare, per esempio, che utilizzarlo per la rasatura dia degli ottimi risultati. Del resto, l’Evo è un prodotto versatile, i cui benefici si vedono non solo in cucina. 

In effetti, è parte integrante dei rituali di bellezza femminili ormai da tempo immemore. Si pensi a Cleopatra, che addirittura era solita lavarsi con l’olio d’oliva, soluzione perfetta per una moltitudine di problemi della pelle e dei capelli. Il motivo risiede nella cospicua presenza di antiossidanti, essenziali nella battaglia contri i danni dei radicali liberi, provocati da aggressori ambientali quali l’inquinamento, i raggi UV e lo stress quotidiano. Tutti questi fattori, infatti, causano invecchiamento precoce, tono scialbo e pelle congestionata. 

L’olio Evo, inoltre, non è comedogeno; vale a dire che non ostruisce i pori, causando acne. Al contrario, previene l’insorgenza di comedoni, più noti come “punti neri”.

Come dicevo, oltre a rendere i capelli più lucidi e la pelle più liscia, apporta molteplici benefici se utilizzato per radersi: molte donne riferiscono di averlo provato dopo aver fatto dei tentativi – senza successo – con l’olio di cocco. Un rimedio casalingo che pare aumenti la lucentezza, l’elasticità e l’idratazione della pelle, che non reagisce con eruzioni cutanee dovute alla rasatura.

Già assumendo olio extravergine d’oliva – e altri alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 – si riducono le infiammazioni del corpo, cosa che contribuisce a prevenire e a curare i danni alla pelle dovuti all’infiammazione stessa. Basti pensare al foto-invecchiamento, causato appunto da un’infiammazione, che porta a macchie, rughe precoci e arrossamenti. 

Per questo l’extravergine è sempre più presente all’interno dei cosmetici. Quello che consiglio è proprio di cercare prodotti per la pelle che contengano uno o tutti gli ingredienti che seguono:

  • olio d’oliva idrogenato
  • olio di frutta olea europaea
  • acido d’oliva
  • olivato di potassio
  • olivato di sodio

Ricordo che applicare l’olio Evo sulla pelle blocca circa il 20% dei dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole, potenziando le proteine naturali. L’extravergine contiene infatti lo squalene, che è il grasso protettivo più importante per la protezione della pelle: l’aggiunta di Evo, quindi, rafforza questa barriera naturale. 

Giorgio Calabrese – medico specializzato in Scienza dell’Alimentazione